Compra Crypto
Paga con
Mercati
NFT
New
Download
English
USD

Trust Wallet 2.0: una sola app per conservare tutte le cripto.

2019-01-24

Trust Wallet, l'app ufficiale per il mobile wallet di Binance, sta introducendo numerosi aggiornamenti tra  cui un massiccio rebranding come portafoglio multi-cripto. Il rebranding di Trust, che è conosciuto nel mondo blockchain come un' affidabile app wallet per Ethereum, sottolinea i vari miglioramenti che l'app ora offre, così come quelli che verranno presto aggiunti.

Da quando Binance ha acquisito Trust Wallet lo scorso luglio, l'avvio dell'app wallet per le cripto ha fatto passi da gigante, sfruttando le risorse dell’exchange per estendere la sua utilità a più cripto e app decentralizzate (dApps). Trust, che può archiviare tutti i token ERC20 e ERC721, ha successivamente aggiunto il supporto per diverse, blockchain, arrivando attualmente a supportare 14 blockchain (Bitcoin, Bitcoin Cash, Callisto, Dash, Ethereum, Ethereum Classic, GoChain, ICON, Litecoin, POA Network, TomoChain, TRON, VeChain, and Wanchain) con altre che si aggiungeranno a breve.

Questo è solo l'inizio per il CEO di Trust Wallet, Viktor Radchenko, che si è impegnato ad aggiungere ulteriori funzionalità su Trust, incluse le integrazioni hardware e della piattaforma, oltre al supporto per le prime 20 criptovalute del mondo.

"In futuro, desideriamo che Trust sia l'unico portafoglio usato per archiviare quasi tutte le principali cripto", ha spiegato Viktor. "Vogliamo dimostrare che non si ha bisogno di molte app per gestire le cripto, basta Trust Wallet è più sufficiente."

Ecco la storia dei progressi di Trust, che è passato dall’essere una soluzione basata su Ethereum per archiviare i token ERC20 fino a diventare un'app popolare e affidabile che mira a essere l'unica app di cripto di cui avrai bisogno.

Le origini di Trust Wallet

Durante i primi anni di Bitcoin, Viktor era uno studente universitario a tempo pieno in Ucraina, ed era inoltre advisor presso le banche in merito alle vulnerabilità della sicurezza online e gestiva un forum online per gli sviluppatori a parte. Quando il governo del suo paese gli ha chiesto di fornire gli indirizzi IP dei suoi contatti, ha resistito per principio, poi è fuggito negli Stati Uniti nel 2012 per chiedere asilo.

Divenne quindi uno dei primi ad adottare le cripto, sentendo parlare di Bitcoin nel 2013, acquistando Ethereum quando valeva solo 15 $,  sempre in cerca di modi per imparare come funzionavano le vendite di token e altre attività legate alle cripto.

Un giorno,cercò un wallet per le cripto, senza però riuscire a trovare nulla di suo gradimento. "Allora, il mercato offriva per lo più soluzioni web così complicate, che bisognava essere in possesso di un dottorato di ricerca per imparare come usarle", ha ricordato pensando a quei tempi. Quindi, come qualsiasi persona avrebbe fatto nella sua situazione, è andato avanti e ha creato il suo portafoglio di cripto.

Pertanto, Trust Wallet è nato nel 2017 come portafoglio mobile che supporta lo storage e l'utilizzo dei token ERC20. Viktor ha realizzato l'app nel bel mezzo della bull run delle cripto e ha cercato di riempire un mercato non ancora soddisfatto, di appassionati di cripto mobile.

Da allora, il duo di Trust Wallet composto da Viktor e Max Rasputin, uno sviluppatore per Android russo che si è unito a dicembre 2017, ha mostrato la sua passione per migliorare continuamente il prodotto. Con l'aiuto di alcuni sviluppatori open source, Trust ha aggiunto la sua funzionalità di browser dAPP nel febbraio 2018, congiuntamente al supporto per Callisto e un mese dopo ha iniziato a supportare Ethereum Classic.

In pochi mesi, Trust Wallet ha guadagnato la fiducia del pubblico. La società era nota per la sua sicurezza e la user experience. I suoi principi guida, in particolare l’impegno nel non accedere mai ai portafogli degli utenti, detenere chiavi private o chiedere informazioni personali, hanno  contribuito a far accumulare centinaia di migliaia di utenti. Andando avanti così rapidamente fino a giugno 2017, Trust era sulla buona strada per lanciare la propria offerta di token per espandere e consolidare i suoi primi successi.

Quando arrivò la chiamata di Binance.

Binance + Trust Wallet: per un impatto amplificato

A metà del 2018, Binance si offrì di investire in Trust Wallet o di acquistarlo a titolo definitivo. Dopo alcune discussioni, le due parti hanno intrapreso il percorso di acquisizione. L'accordo è stato annunciato a luglio 2018 e Trust Wallet è diventato parte dell'ecosistema Binance, che è in continua crescita.

Viktor ha ricordato che a seguito dell'accordo,  Trust è stata in grado di assumere i suoi sviluppatori open source a tempo pieno, oltre al personale aggiuntivo come un designer per UI / UX lo scorso novembre. "Grazie a Binance e al supporto della sua rete operativa e di marketing, siamo stati in grado di concentrarci solo sul miglioramento del prodotto", ha detto Viktor.

Trust Wallet ha quindi mantenuto nel tempo il suo slancio iniziale. Dopo aver raggiunto traguardi importanti come la costruzione di un browser in-app dApp e l'implementazione di misure di sicurezza di alto livello, il team ha quindi deciso di trasformare Trust in un portafoglio multi-cripto.

Negli ultimi mesi del 2018, Trust ha assicurato integrazioni con le blockchain di GoChain, ICON, POA Network, TomoChain, TRON, VeChain e Wanchain. Un importante traguardo è stato raggiunto nei primi giorni del 2019, con l'integrazione di Bitcoin, Bitcoin Cash, Dash e Litecoin. Con questi miglioramenti, Trust Wallet si sta trasformando in un unico posto per la gestione, l'archiviazione, l'accesso e la transazione di risorse digitali.

In un certo senso, il rebrand segna la fine dell'inizio dell'evoluzione di Trust Wallet.

Preparare la scena per un Trust Wallet più solido

L'integrazione continua di varie blockchain e criptovalute in Trust Wallet è solo la punta dell'iceberg in termini di progresso dell'app. In effetti, Viktor si è prefissato come obiettivo di aggiungere una nuova integrazione blockchain ogni due o tre settimane. Ha espresso particolare interesse per le criptovalute legate alla sicurezza e alla privacy, nonché per le prime 20 criptovalute del mondo al momento. Il fondatore di Trust Wallet si aspetta che la maggior parte di queste integrazioni venga completata entro il primo trimestre di quest'anno.

Questo fa parte di una più ampia roadmap per Trust Wallet, che coinvolge più piattaforme dalle quali è possibile accedere al servizio. Questo si traduce in più modi per accedere in tutta sicurezza ai tuoi fondi e mantenere il  100% del controllo delle tue partecipazioni. Durante la prima metà di quest'anno, Trust prevede di garantire l'integrazione di wallet hardware con i partner di cui divulgherà presto il nome, e di avviare la versione desktop della sua app wallet, tra le altre cose.

Nell'ambito del grande ecosistema di Binance, Trust Wallet è anche un importante sostenitore dell'imminente lancio di Binance Chain. E poiché è già noto per la sua esperienza utente top-of-class, quando si tratta di app di portafoglio per cripto, Trust Wallet come portafoglio nativo del DEX di Binance, è posizionato per essere uno dei componenti chiave per vivere in modo completo l'esperienza  attraverso la blockchain nativa di Binance e l’exchange decentralizzato.

Con tutti questi progetti di miglioramenti su Trust Wallet, Viktor e il suo team di 10 membri sono più vicini alla loro missione di aumentare l'utilità e la libertà nello spazio delle cripto. Questa è una missione condivisa da Binance e siamo entusiasti di vedere quanto velocemente Trust Wallet crescerà nei prossimi mesi.